Tatuami Così – Significato e Idee tatuaggio

Cos’è Il Tatuaggio:

Il tatuaggio è un’arte pittorica decorativa del corpo umano.
Per quanto riguarda la tecnica, consiste nell’inserire delle sostanze chimiche chiamate pigmenti a livello del derma.

Per legge, i pigmenti devono essere sterili, atossici e certificati.
Devono inoltre essere conformi alla Risoluzione Europea del 2008, la cosiddetta Resap.

Invece per derma si intende la parte itermedia della cute, ovvero quella posta tra l’epidermide (la parte superficiale)
e l’ipoderma (la parte più profonda).

Storia Del Tatuaggio:

L’arte del tatuaggio risale a tempi molto antichi e si credeva avesse una funzione terapeutica.
Basti pensare che il reperto storico tatuato più longevo è la mummia Otzi, i cui resti risalgono al 3100/3300 a.c.

Nell’antica roma il tatuaggio veniva utilizzato per marchiare i gladiatori e gli schiavi.

Purtroppo nel corso dei secoli, questa magnifica arte è andata incontro a connotazioni negative legate alla malavita.

In Italia, intorno alla seconda metà del diciannovesimo secolo, lo storico Lombroso scrisse un saggio chiamato “L’uomo delinquente”.
Questo saggio si diffuse a macchia d’olio e associava in modo dispregiativo il tatuaggio alla delinquenza e ai modi di fare “selvaggi”.
Allo stesso tempo, in Giappone quest’arte divenne uno dei simboli della Yacuza e quindi sinonimo di mafia e malavita.

Mentre nel paese nipponico quest’associazione è ancora molto forte, in occidente e in America sta scemando sempre più.

 

Significato Tatuaggi:

Secondo il nostro modesto parere, i tatuaggi non devono avere obbligatoriamente un significato ben preciso.
Ad oggi vengono fatti anche per pura estetica, e non c’è niente di male!

Ciò nonostante in molti affermano il contrario ed è per questo che, sul nostro sito web, troverete i simbolismi della maggior parte
dei soggetti più comuni nel tatuaggio.

Del resto, in molti casi i disegni assumono significati diversi e ben precisi a seconda dello stile e del modo in cui vengono fatti.

Tutto quello che devi sapere prima di tatuarti

Prima di farsi un tatuaggio è necessario conoscere alcune cose.
In primis, è necessario trovare il disegno e lo stile che più ci piace.

Nel caso in cui sia il tuo primo tattoo, devi informarti sui vari pro e contro: in questo caso basterà chiedere ad un professionista.
Ti darà sicuramente tutte le informazioni che cerci a partire da quali sono i rischi sino ad arrivare a come si effettua la cura.

Trova Il Design Perfetto:

Oltre a farti un’idea su quali sono i tatuaggi più comuni o comunque simili a quello che vorresti fare, cerca un qualcosa di unico, magari un dettaglio.
In questo modo riuscirai ad assecondare le tue idee e, con un design accattivante ed originale, catturerai l’attenzione delle persone che incontri.

Scelta Del Tatuatore:

La prima cosa da fare una volta trovato il disegno perfetto, è quella di scegliere il tatuatore che lo andrà a imprimere in modo indelebile sulla tua pelle.

Inanzitutto, scegli uno studio professionale.
L’igiene e la sicurezza sono le cose fondamentali da prendere in considerazione.
Ci sono dei fattori da tenere in mente prima di farsi infilare qualche ago nella pelle:
– Il tatuatore deve utilizzare i guanti e gli altri dispositivi di protezione individuale (es. mascherina e grembiule)
– Gli aghi devono essere rigorosamente e obbligatoriamente sterili e monouso.
Per sentirti più sicuro, chiedi al tatuatore di aprire le confezioni davanti a te.
– In generale tutte le attrezzature (comprese le ink cup) devono essere monouso o sterilizzate tramite autoclave.
– Prima di effettuare il tatuaggio, assicurati che il professionista depili l’area e la pulisca con del sapone disinfettante (Green Soap)

Assicurati inoltre che l’artista, oltre ad operare in sicurezza e nel rispetto delle norme igienico sanitarie, abbia creatività.
Evita assolutamente quelli che copiano i disegni da internet o dai libri: ti ritroveresti con tatuaggi per niente originali.

Un disegno unico è importante: porta alla luce la tua immaginazione e riesce ad esprimere i tuoi sentimenti e a raccontare la tua storia.

I veri artisti riescono ad incorporare l’idea alla realtà e rendono ogni tatuaggio perfetto per chi lo indossa.
Si tratta solo di cercare e trovare quello giusto, quello che fa per te.

Costo Del Tatuaggio:

Un altro aspetto da prendere in considerazione prima di scegliere il tatuatore e farsi un tatuaggio, è il prezzo.
Come ben sai, la qualità costa.

Per quanto riguarda il prezzo, è necessario tenere conto di alcuni fattori tra cui la mano d’opera e il fatto che i materiali di qualità non sono economici.

Comunque sia, sappi che mentre alcuni artisti chiedono un prezzo in base alla dimesnione e alla complessità del tatuaggi, altri invecce basano il prezzo
sulle sedute e sul tempo impiegto per finire il tatuaggio.

La maggior parte dei professionisti chiede una caparra: essa serve ad assicurarsi sia che il disegno venga pagato, sia che il cliente si presenti
all’appuntamento e non disdica il tutto all’ultimo minuto.

è bene sapere che, oltre al tatuaggio, sarà necessario comprare il kit di medicazione e cura.ù
Alle volte è possibile acquistarlo direttamente in studio, mentre altre no.

Nel caso in cui dovessi procurartelo da solo, chiedi consiglio al tuo tatuatore!

La cura del tatuaggio è importante tanto quanto l’esecuzione.
Affinché non si rovini, è necessario lavare quotidianamente la zona, coprirla per le prime ore e la prima notte con della pellicola trasparente
e utilizzare una crema idratante,lenitiva e non aggressiva come il bepanthenol.

Se si tratta della prima volta, sarai sicuramente preoccupato di avere un ago infilato nella cute.
Sappi comunque che i professionisti, oltre a metterti al corrente di tutte le informazioni necessarie riguardanti la procedura e la cura del tatuaggio,
solitamente riescono a metterti a tuo agio nonostante la presenza degli aghi. Lo fanno di mestiere!

Prima di iniziare il tatuaggio vero e proprio, il tatuatore applicherà uno stencil temporaneo sulla zona.
In questo modo, potrete accordarvi sulla posizione e avrai un’idea ben precisa di come sarà una volta finito.

Procedura:

Dopo l’epilazione, la pulizia e l’applicazione dello stencil, è giunta l’ora del tatuaggio.
Sicuramente il tatuatore inizierà col tracciare i contorni, ovvero le linee guida.
Dato che l’ago utilizzato in questo caso è molto piccolo e ricopre una superficie minima, sarà probabilmente la parte più dolorosa.

In ogni caso, col passare del tempo, il dolore sarà sempre minore e ti sentirai meglio.

è bene sapere che il dolore percepito dipende essenzialmente da due fattori:
– la zona dove viene effettuato il tatuaggio
– la soglia del dolore

Tendenzialmente le zone peggiori per quanto riguarda questo aspetto sono quelle vicino alle ossa, come ad esempio il costato e il dorso della mano.

Per le sfumature e i riempimenti, il tatuatore utilizzerà degli aghi più grandi che copriranno una superficie maggiore.
Durante questa parte, il tatuaggio inizierà a prendere forma e una volta finito sarà perfetto.

Pulizia E Sanguinamento:

Durante la seduta è probabile che ci sia un lieve sanguinamento.
Niente paura! è normale e succede perché vengono utilizzati degli aghi.

Potrai notarlo anche durante la rimozione della pellicola: sappi che lavando la zona con acqua e sapone, l’emoragia si fermerà.

Mantenere l’area pulita è molto importante: lava il tatuaggio almeno tre volte al giorno e utilizza saponi neutri e antibatterici.
Chiedi comunque al tatuatore quali soluzioni adottare per trattare l’area: il parere di un professionista è sempre ben accetto!

Per i primi giorni, un po’ di gonfiore e rossore sono normali.
Tieni comunque d’occhio la zona: se l’irritazione persiste o noti segni di infezione, contatta immediatamente il tuo medico ed evita le soluzioni fai da te.

Attieniti ai principi fondamentali: quando ti tatui, sii consapevole dei rischi e delle eventuali conseguenze!

Evita l’esposizione solare, la depilazione e la pisscina per i primi tempi e cerca di indossare dei vestiti comodi.

Il tatuaggio è un’arte che viene praticata da tantissimi anni e dipende dalla passione e dalla creatività dei vari artisti.
Affinché un tatuaggio rimanga indelebile nel tempo, l’aspetto principale è quello di mettersi nelle mani di un buon tatuatore.